Blog

Detrazione per box auto nel 2024: guida completa e novità fiscali

Normativa relativa alla detrazione per box auto

L’articolo 16-bis del dpr 917/1986 stabilisce le disposizioni relative alla detrazione fiscale per l’acquisto di box auto e posti auto pertinenziali. Questa detrazione rientra nei programmi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici. Introdotto dal d.L. N. 201 del 2011, l’articolo 16-bis ha confermato l’ambito di applicazione e le condizioni di spettanza del beneficio fiscale.

Negli anni successivi, diversi interventi normativi hanno ampliato la misura della detrazione al 50% e il limite massimo di spesa agevolabile a 96.000 euro. La legge di bilancio 2022 (n. 234/2021) ha confermato queste condizioni fino al 31 dicembre 2024.

Dettagli e requisiti per la detrazione

La detrazione fiscale permette ai contribuenti di dedurre una percentuale delle spese sostenute per la realizzazione di un box auto o di un posto auto pertinenziale ad un’unità immobiliare ad uso abitativo. Attualmente, il bonus concede una detrazione irpef del 50% del costo di realizzazione del box, da suddividere in dieci anni con rate di pari importo. La spesa massima agevolabile è di 96.000 euro e l’agevolazione è applicabile agli acquisti effettuati entro il 31 dicembre 2024.

Possibilità di detrazione per più autorimesse e posti auto

La detrazione si applica a tutte le unità immobiliari di categoria catastale c6, consentendo di destinare a pertinenza un numero indefinito di autorimesse e posti auto. Ad esempio, se un immobile include due box e un posto auto, l’acquirente potrà portare in detrazione il 50% delle spese di costruzione dichiarate dalla società venditrice, da suddividere in rate annuali.

Documentazione necessaria per la detrazione

Per usufruire della detrazione, l’acquirente deve presentare in sede di dichiarazione dei redditi I seguenti documenti:

– atto di acquisto dell’immobile che attesti il vincolo di pertinenza.
– dichiarazione del costo di costruzione rilasciata dalla società venditrice.
– ricevuta del bonifico bancario.
– fattura di vendita della società venditrice.

È fondamentale conservare accuratamente tutti I documenti relativi all’acquisto per poter usufruire correttamente della detrazione.

Chi può usufruire della detrazione

La detrazione è accessibile a tutti I contribuenti soggetti all’irpef che possiedono o detengono gli immobili oggetto degli interventi e ne sostengono le relative spese. Possono usufruire dell’agevolazione il proprietario, il nudo proprietario, il titolare di un diritto reale di godimento, l’inquilino, il comodatario e altri soggetti elencati nella circolare dell’agenzia delle entrate.

Modalità di pagamento per l’acquisto

È obbligatorio effettuare il pagamento tramite un metodo tracciato, preferibilmente mediante bonifico bancario. Tuttavia, è possibile beneficiare della detrazione anche con altri mezzi di pagamento, purché vengano rispettate determinate condizioni e documentazioni.

In conclusione, la detrazione per box auto rappresenta un’opportunità per ottimizzare gli investimenti immobiliari e risparmiare sulle spese di realizzazione. È importante comprendere I requisiti e le modalità di applicazione per beneficiare pienamente di questo vantaggio fiscale.

Tags: